Voletarium, ad Europa Park il teatro volante più grande d’Europa

Con un investimento record, Europa-Park apre le porte ad un’attrazione unica in Europa

Si chiama Voletarium ed è l’attrazione più costosa realizzata dalla nascita di Europa-Park. L’opera, imponente, presenta alcuni elementi chiave che sono alla base del suo successo.

Una storia ben scritta

L’attrazione celebra le imprese dei fratelli Egbert e Kaspar Eulenstein, protagonisti di alcuni filmati introduttivi realizzati da Mack Media. In questi video si tenta di attribuire ai due fratelli tedeschi la riuscita del primo volo in aereo con equipaggio, quasi un secolo prima degli americani. La trama è molto credibile, ed alcuni potrebbero pensare che l’attrazione voglia elogiare dei fatti storici realmente accaduti. La storia, quella vera, racconta invece che a volare per primi, con un prototipo di aereo a motore, furono due fratelli statunitensi. Nel 1903 i fratelli Wright effettuarono con successo una serie di voli. Un plauso ai nostri cugini tedeschi, che armati di fantasia e patriottismo hanno provato a riscrivere la storia. D’altronde, il successo della NASA non è in parte attribuibile ad un tedesco?

Ispirata ad un grande successo americano

La prima grande attrazione di questa tipologia ha visto la luce nel 2001 al Disney California Adventure. Soarin’ è stata replicata nei parchi Disney di Orlando, Shanghai e Tokyo (in costruzione). Il filmato originale, è stato negli anni sostituito. Da un volo sopra le bellezze californiane si è passati ad un viaggio alla scoperta delle meraviglie del pianeta.

La gondola di SOARIN a sinistra e quella di VOLETARIUM a destra
Un legame stretto con Disneyland

Voletarium offre un volo mozzafiato nei cieli europei, riproponendo anche due location scelte in precedenza dalla Disney per Soarin’. Il primo protagonista in comune con il filmato americano è il monte Cervino, in tedesco Matterhorn. Questa montagna è un simbolo storico di Disneyland. Infatti nel parco originale in California, è presente da sempre una ricostruzione in scala, sede dell’attrazione “Matterhorn Bobsleds”.

Anche il castello di Neuschwanstein, costruito nel sud della Baviera alla fine del 1800, viene sorvolato sia da Soarin’ che da Voletarium. Questa suggestiva fortezza ha un un ruolo importante, oltre che essere comune alle due attrazioni. Infatti lo “Sleeping Beauty Castle” (di Disneyland), è ispirato proprio al castello bavarese di Ludovico II.

Sembra quindi che con la scelta di questi due luoghi, Europa Park voglia simbolicamente riportare in Europa queste due figure “rubate” dal parco più famoso del mondo. Al contempo, questa scelta stringe ulteriormente il legame tra il parco tedesco e la creatura di Walt Disney. Come in tutti i grandi parchi a tema, l’influenza del predecessore americano è molto forte.

Immagini mozzafiato

Il video di Voletarium, coprodotto da MackMedia e Ambient Entertainment, è stato realizzato sfruttando le tecnologie più moderne. Le telecamere ad alta risoluzione, le WEAPON 8K S35 della RED, sono state installate a bordo di droni per ottenere inquadrature irrealizzabili fino a pochi anni fa.

I droni elettrici e l’elicottero, hanno sorvolato 15 scenari mozzafiato: Europa-Park; le Tre Cime di Lavaredo; Venezia; le Isole Incoronate; il Monte Cervino; il ghiacciaio dell’Aletsch; il comune di Plobsheim; il Parlamento europeo di Strasburgo; la scogliera di Preikestolen; i fiordi di Kalfafell; i campi di tulipani dei Paesi Bassi; la Mancia; la Torre Eiffel e Parigi; il castello di Schönbrunn ed il castello di Neuschwanstein.

Uno dei droni in azione, mentre cattura le immagini del monte Cervino
il cinema ultra hi-tech di Voletarium

Per ottenere una capacità di 1400 ospiti all’ora, si è resa necessaria la costruzione di ben due teatri da 140 posti totali. Gli schermi parabolici hanno un diametro di 21 metri e hanno una superficie di 425 m². Su di essi scorrono immagini ad altissima risoluzione, con una velocità di 60 fotogrammi al secondo. Quest’ultima caratteristica non è meno importante della risoluzione, perché è proprio grazie alla fluidità del video che è possibile ottenere un alto livello di realismo. In “Soarin’ Around the world”, relizzato negli anni passati, la velocità del video è di 48 FPS.

In ogni sala sono stati installati 3 proiettori 3D stereoscopici con risoluzione 4k. L’allineamento dei tre dispositivi garantisce la piena copertura della risoluzione 8k del filmato. Il sistema è stato implementato dalla Kraftwerk, basandosi su proiettori Christie Roadster (fonte non sicura), e sul sistema audio sorround IOSONO-Sound.

Il grande schermo durante la fase di montaggio
Immersione totale

Ad Europa Park hanno pensato che non fosse sufficiente solo vedere, ma fosse indispensabile stimolare anche gli altri sensi. Durante la simulazione, le gondole da 10 posti cadauna simili a deltaplani, seguono i movimenti del filmato per simulare il volo. Ma non è tutto, a seconda dell’ambientazione, i coraggiosi visitatori saranno accarezzati dal vento, avvolti dalla nebbia ed inebriati dai profumi.