Virginia Reel, divertimento ad inizio 900

Virginia Reel è la prima versione di quelli che oggi chiamiamo Spinning Coaster. Le navette venivano portate in cima trainate da una catena, come avviene anche oggi per poi scivolare lungo il percorso fino a valle.

I vagoni erano dei carrelli formati da una piattaforma fissa, che percorreva il percorso appoggiata ai binari, e dalla parte superiore mobile, capace di ruotare. La rotazione avveniva grazie all’attrito, quando il vagone toccava le pareti laterali del percorso.

Le principali versioni note erano ubicate in:
Stati uniti: Coney Island (New York); Venice (California)
UK: Pleasure Beach (Blackpool); Spanish City Amusement Park  (Newcastle).

“Virginia Reel” fu progettata da Henry Elmer Riehl, che nominò l’attrazione come sua figlia Luna Virginia Riehl.

Il primo esemplare fu costruito nel 1908 all’interno del famoso luna park Coney Island (Brooklyn, New York). L’ultimo esemplare, invece, era presente a Pleasure Beach in Inghilterra fino al 1982. Ai giorni nostri è presente solo un esemplare in versione ridotta a Joylan (Great Yarmouth, GB), che sebbene non sia uguale, usa lo stesso principio dell’originale.