Uno sguardo a Can-Can coaster, la nuova versione di Eurosat a Europapark

Dopo 30 anni di onorato servizio per lo storico roller coaster “Eurosat” è tempo di cambiare: “Can-Can Coaster” è la novità 2018 Europa Park.

La grande sfera argentata custodisce ora più che mai i segreti di Eurosat come uno scrigno, dato che solo il soffitto è stato rimosso per poter calare le nuove parti dei binari. i curiosi non hanno modo di spiare i lavori della novità 2018 Europa Park, ma ecco alcune foto che mostrano lo stato degli interni:

L’intervento è delicato ed impone di avanzare una sezione alla volta, onde evitare problemi di stabilità all’intera struttura. A lavoro ultimato saranno state sostituite circa la metà delle parti del tracciato. Il desiderio della famiglia Mack è quello di conservare per quanto possibile il design originale dell’attrazione, progettata 3 decenni fa da Franz Mack, scomparso nel 2010.

Nuovi treni più comodi

Nella nuova versione è stato curato meglio il comfort, si avranno dunque sollecitazioni meno violente sul corpo dei passeggeri, dato anche che i nuovi freni magnetici rallenteranno i convogli più dolcemente. Ma non temere, il vecchio tocco ruvido di Eurosat non sparirà proprio del tutto.

Due attrazioni in una

Ebbene si, sulle ceneri del vecchio roller coaster sorgeranno ben 2 nuove attrazioni. Condivideranno lo stesso percorso e gli stessi treni, ma avranno due entrate separate. La prima consisterà in una montagna russa “tradizionale” ispirata appunto alla Belle Epoque del Moulin Rouge, mentre la seconda entrata avrà un tema futuristico e tutto si baserà sulla realtà virtuale. Di fatto quindi, il nuovo Can-Can Coaster sarà sia una montagna russa tradizionale sia un moderno VR-Coaster.

Dovrebbe apparire così la facciata della novità 2018 Europa Park, ispirata alla francia del Moulin Rougue.
L’entrata riservata al VR coaster, sull’altro lato della sfera, dove è ben visibile il brand Coastiality di Mack Media.

Portata oraria e tempi di attesa?

Niente paura gli ingegneri hanno pensato anche a questo, ci saranno due stazioni separate proprio per snellire i tempi d’attesa. I passeggeri della realtà virtuale avranno così modo di  indossare i visori senza rallentare gli altri visitatori. Un binario mobile permetterà poi l’accesso al tracciato sia ai treni provenienti dalla stazione del Moulin Rouge, sia a quelli della stazione “Futurista”.

Infine la portata oraria è garantita dal fatto che ci saranno ben 8 treni contemporaneamente sul tracciato. Ciò è reso possibile grazie al numero sufficiente di stazioni frenanti, che permettono di fermare ogni singolo treno in caso di emergenza.

Appuntamento per fine estate

Vedremo il risultato di questo favoloso restauro a Settembre se non ci saranno intoppi, ma i tedeschi si sa, sono precisi!

Scrivi un commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: