Nel Disneyland californiano è presente un’attrazione originale, mai replicata negli altri parchi e abitata da una vera star del mondo Disney.

Matterhorn Bobsleds è un’attrazione ispirata al monte Cervino, che in tedesco è appunto chiamato Matterhorn. l’edificio a forma di  montagna arriva ad un’altezza di quasi 45 metri ed è stato inaugurato nel 1959, circa 4 anni dopo l’apertura del parco.

L’attrazione consiste in 2 diversi tracciati sui quali corrono convogli a forma di bob. Inizialmente questa “montagna” era priva di personaggi, le pareti in finta roccia avevano numerose aperture verso l’esterno mentre l’interno era un’unico spazio aperto.

Nel 1978 il primo importante restauro migliorò notevolmente l’attrazione e con esso arrivò finalmente anche un padrone di casa: Harold, l’uomo delle nevi.

Oltre ad Harold vennero introdotti altri importanti cambiamenti: Gli interni passarono da un unico grande ambiente ad una serie di caverne scavate sulla montagna, la portata oraria fu raddoppiata collegando i nuovi slittini in coppie e le grandi aperture dietro la cascata vennero sigillate

L’evoluzione di Harold

Con l’arrivo di Harold, così soprannominato dal personale del parco, i visitatori iniziarono a vivere un’avventura decisamente più suggestiva . Gli Harold in realtà sono tre, il primo in comune ad entrambi i tracciati e gli altri due visibili ognuno dal proprio percorso. Risulta quindi che gli ospiti incontrino Harold solo 2 volte lungo il proprio tragitto.

La prima versione dell’abominevole uomo delle nevi era completamente immobile, gli occhi rossi illuminati dall’interno e l’illusione del movimento ottenuta grazie a luci stroboscopiche che si accendevano al passaggio dei bob. In seguito furono introdotti nuovi miglioramenti, fino al 2015, quando in occasione del 60° anniversario vennero introdotti nuovi effetti speciali, una nuova soundtrack e soprattutto nuovi animatronici. L’attuale versione di Harold è quella più sofisticata, il corpo è animato con movimenti naturali ed il volto ha un’aspetto decisamente più curato rispetto all’inizio.

Questioni di famiglia

Ascoltando le storie che girano tra i cast member, pare che Harold abbia da tempo trovato una  degna compagna. La “ragazza” in questione sarebbe il grande yeti presente all’interno di Expedition Everest, l’attrazione presente ad Animal Kingdom in Florida. Altre storie raccontano invece che il personaggio presente al Walt Disney World sia solo un’altra versione di Harold, avente quindi lo stesso nome.

Sta di fatto che esattamente come per lo yeti delle leggende, anche quello di Disneyland sia avvolto da un’alone di mistero e c’è chi sostiene che quasi ogni lavoratore del parco abbia un proprio aneddoto da raccontare su questa creatura.

Anche Harold fa la doccia. Qui lo yeti è stato immortalato senza la sua folta pelliccia, rimossa per le operazioni di restauro. Questa era una versione precedente a quella attuale, in grado di effettuare solo pochi e semplici movimenti.
Eppur “non” si muove

Una curiosità che riguarda il grande animatronics del parco di Orlando è il fatto che la sua storia sia da un certo punto di vista invertita rispetto al modello di Disneyland. Esso è il più grande e complesso animatronico mai creato dagli ingegneri della  Disney, ma anche il più problematico. Dopo un breve periodo di funzionamento, la pesante massa in movimento stava compromettendo la stabilità dell’intera struttura e per tale motivo, purtroppo, è stato spento.

Tutt’ora il gigante della montagna giace immobile nell’ombra, in attesa di una soluzione al problema. Aspettando tale momento, i tecnici hanno deciso di riciclare un vecchio trucco: per dare agli ospiti l’impressione che la bestia si muova, vengono fatte lampeggiare alcune luci stroboscopiche da angolazioni diverse, esattamente come accadeva per Harold nei primi anni all’interno di Matterhorn.

Il grande yeti di Expedition Everest. Fonte: Elly and Caroline’s Magical Moments
 Che fine avranno fatto?

La prima storica versione dell’abominevole bestia viene esposta al pubblico durante eventi particolari, ricordando i vecchi tempi. Un modello è invece tornato a Disneyland all’interno della torre di Tivan.

Un vecchio Harold è stato nascosto all’interno della torre dei Guardiani della Galassia. Durante la coda d’attesa è possibile osservarlo in mezzo ad altri reperti misteriosi, diventando così un classico “easter egg”.

Ecco qui di seguito il video ufficiale che mostra il nuovo Harold ed i retroscena legati alla sua creazione: