Il primo parco divertimenti in cui tutte le attrazioni sono basate sulla realtà virtuale.

Oriental Science Fiction Valley ha aperto i battenti lo scorso 29 aprile e si presenta al mondo con un proprio simbolo tutt’altro che virtuale: una vera statua in stile “Transformers” alta 53 metri e pesante 700 tonnellate che sovrasta l’ingresso.

Al suo interno trovano spazio 35 diverse attrazioni, tutte equipaggiate con i visori per la realtà virtuale ed in grado di trasportare i visitatori in fantastici mondi paralleli.

Oriental Science Fiction Valley è il primo parco al mondo che utilizza la realtà virtuale, o la realtà aumentata in tutte le attrazioni che propone. I costi per la sua realizzazione sono stati all’incirca di 500 milioni di Euro mentre la superficie occupata è di circa 1,3Km quadrati.