Almeno per quanto riguarda il nostro bel paese sembra una tendenza incontrovertibile. L’originale esperienza tipica del parco a tema è quasi introvabile in Italia.

Una riflessione che nasce leggendo un recente articolo di Parksmania, nel quale si rimpiangono le care vecchie attrazioni capaci di calamitare folle di persone entusiaste.

I nostri parchi si impoveriscono anziché crescere?

Non penso manchino solamente gli strumenti finanziari, è anche una questione culturale. Le aziende modellano i propri parchi sulle aspettative del pubblico che, nel nostro paese, concepisce meglio il concetto di “giostra” piuttosto che di attrazione. Ecco quindi che sempre più spesso, ritroviamo la moda degli eventi speciali. Feste con dj famosi, ospitate con divi dell’era digitale ed altre iniziative dall’immediato impatto mediatico. In questo modo le aziende abbagliano il pubblico meno informato, che poi però non troverà un’offerta di adeguata qualità. Ma non è sempre stato così.

In Italia avevamo intrapreso la strada giusta, con l’amatissimo Gardaland dalle attrazioni uniche in Europa, gioielli come i vecchi “Corsari” e “La Valle dei Re” con tecnologie all’avanguardia ed in grado di raccontare storie ricche di emozioni. Poi il declino, come si dice “lento ed inesorabile”, dato dall’incapacità di rimanere al passo con i tempi. Mentre nei parchi Disney assistiamo a costanti opere di restyling e manutenzione, i tesori di Gardaland sono stati svuotati e trasformati in qualcosa di più semplice da mantenere. Attrazioni più povere che nel complesso riescono comunque ad attirare una fascia di pubblico interessato alla classica gita della domenica.

Nessun attacco al Re dei parchi italiani, che offre comunque un buon prodotto finale ed è quasi imbattibile per qualità dei punti ristoro. inoltre, la concorrenza italiana non è mai riuscita ad arrivare a tanto.

Chi ha invece il privilegio di visitare un parco Disney è destinatario di attenzioni davvero particolari, mirate a rendere unica e speciale la propria esperienza di visita. Spesso accade che intere famiglie giungano al resort di Disneyland Paris ignare del tipo di attrazioni che in esso possono trovare. Chissà in quanti pensano di trovare una specie di “Gardaland” ma con i personaggi Disney. Fortunatamente però, le differenze sono lampanti fin dall’ingresso. Quello di Disneyland è un mondo ricco di infiniti dettagli, dove ogni angusto angolino racconta una storia fantastica, in grado di trasportare tutti in un mondo fuori dal tempo.

Se è vero che in Italia siamo ben lontani, con i nostri parchi, a simili livelli di qualità, possiamo comunque consolarci. Disneyland Paris è più vicino e accessibile di quanto in molti pensano.

COMMENTI